Carnevale Fagnanese 2018

2018_carnevale_fagnaneseIl centro cittadino si è animato con l’allegria, la musica e le maschere del Carnevale Fagnanese, grazie alla tanta partecipazione di grandi e piccini che hanno lasciato le proprie case per festeggiare insieme la tradizionale festa di piazza. Tema di quest’anno per la diocesi ambrosiana era «COLEOTTERI, STUPIDOTTERI, BOMBOLONI».

L’evento è stato promosso anche quest’anno dall’Associazione Negozianti Fagnanesi ANF in collaborazione con la Comunità Pastorale “Madonna della Selva”, l’Amministrazione e la Pro Loco di Fagnano Olona.

Quest’ultima ha offerto a tutti i presenti la merenda, a base di fragranti chiacchiere e cioccolata calda sull’aiuola centrale della piazza.

Il lungo serpentone ha percorso le vie da Piazza Mercato, poi via Aldo Moro, via Dante, via Tronconi sino a passare davanti alla Chiesa di San Gaudenzio e al Castello Visconteo prima di fare ritorno in Piazza Alfredo di Dio, per la conclusione corale della festa ballando tutti insieme a suon di musica.

Il gruppo “Suca Band” di Oleggio apriva la sfilata con il carro musicale, seguito da una moltitudine di farfalle giganti, di colori sgargianti e dalle lunghe antenne.

A seguire le maschere realizzate dagli oratori della Comunità Pastorale, grazie all’aiuto delle mamme e dei papà, tutte a tema e quindi raffiguranti delle stupende coccinelle, farfalle multicolori, scarafaggi, api e graziose cimici.

A rincorrere questi splendidi insetti un lungo bruco gigante, sorretto anch’esso dai ragazzi degli oratori, attorniato da tantissime persone che hanno voluto accodarsi al corteo.

A seguire Alice e tutta la banda, ovvero i personaggi della fiaba “Alice nel paese delle meraviglie”, organizzato dall’asilo nido “Il Grillo Parlante” e da “Sara & Lara Animazione”, alla presenza della Regina di cuori, del cappellaio matto, Alice con il Bianconiglio, lo Stregatto e la coppia Pinco Panco e Panco Pinco, a cui si è aggiunto uno splendido Brucaliffo. Senza dimenticare l’esercito di carte da gioco al servizio della regina.

Al termine della sfilata e delle esibizioni di ballo coreografico si è svolta la premiazione dei gruppi più numerosi e creativi, alla maschera più giovane (un bellissimo bimbo che indossava un costume da ape), al travestimento più umoristico e divertente.

Don Alessio Marcari – affiancato dalla Presidente dell’ANF Patrizia Colombo, all’Assessore Giuseppe Palomba e alla Presidente della Pro Loco Armida Macchi Porta – ha omaggiato i vincitori delle categorie con una medaglia, e ha donato un riconoscimento agli enti e alle associazioni organizzatrici, oltre alla “Band” per la straordinaria animazione per l’intero pomeriggio.