Le “Altre strade” di Francesca De Mori

Locandine percorsiIl secondo appuntamento per la rassegna “Percorsi Culturali” a Fagnano Olona ha visto lo scorso sabato salire sul palco Francesca De Mori ed il suo quartetto, proponendo al pubblico i bravi estratti dall’ultimo album “Altre strade”, canzoni d’autore e testi propri con un sound accattivante.

Con una voce potente ma allo stesso tempo delicata, in oltre novanta minuti di esibizione, Francesca De Mori ed i musicisti Salvatore Pezzotti al piano, Daniele Petrosillo al contrabbasso (e anche autore delle canzoni di “Altre strade”) e Rino Dipace alla batteria hanno allietato e coinvolto nello spettacolo il pubblico presente nell’Aula magna della scuola media “Enrico Fermi”.

La musica ha lasciato spazio alla poesia, in un connubio indelebile, grazie alle letture di componimenti dei Poeti del Circolo Culturale “l’Alba”, realtà attiva a Fagnano dal 2006 con l’intento di promuovere la poesia e la letteratura, attraverso incontri e manifestazioni organizzate sul territorio. Si sono alternati alla lettura sul palco dell’aula magna i poeti Antonella Garzonio, Rosella Rogora, Maria Luisa Avvignano, Pier Mario Tognoli, Paolo Bossi, Stefana Pieretti, Sergio Belvisi, Claudio Mecenero, Antonio Vaccaro e Pinuccia Bossi.
Tra fragorosi applausi ai poeti si sono avvicendati nuovamente sul palco i musicisti e Francesca De Mori per un ultimo travolgente brano, che ha concluso in armonia la serata.

L’associazione collabora fattivamente con gli enti, le istituzioni e le altre realtà del territorio. Attualmente annovera Soci non solo residenti nei paesi della Valle Olona, ma provenienti dall’intera provincia di Varese.

Ringrazio di cuore – ha commentato dal palco Francesca De Mori – tutte le persone e le associazioni del territorio che hanno lavorato per consentire di portare “Altre Strade” a Fagnano Olona, ci sentiamo privilegiati. In particolare voglio ringraziare Claudio Mecenero, l’Assessore alla cultura Giuseppe Palomba e il Vice presidente della Pro Loco Fagnano Olona Paolo Bossi.

L’intera rassegna è promossa dall’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Pro Loco Fagnano Olona, il Circolo Culturale l’Alba, le A.C.L.I, l’associazione “Salvatore Orrù per la scuola”, l’associazione Sarda La Fenice e vanta il patrocinio dell’Istituto Comprensivo di Fagnano Olona.

Gli organizzatori si sono detti soddisfatti anche di questa seconda serata, che segue l’esibizione del Rhapsodija Trio e della lezione sul poeta argentino Jorge Luis Borges, a cura dell’attore Diego De Nadai, e invitano al prossimo evento che si svolgerà venerdì 18 maggio con protagonisti sul palco i Poeti del Circolo Culturale l’Alba di Fagnano Olona per un reading letterario. Nell’Aula magna della Scuola media “Enrico Fermi”, inoltre, sarà allestita un’esposizione delle opere del pittore locale Guglielmo Flumini.

Siamo molto contenti – spiegano i referenti delle Associazioni organizzatrici – che l’idea di realizzare un progetto comune sia diventata realtà, e di offrire agli spettatori che parteciperanno una serie di eventi dedicati alla cultura e alla scoperta della letteratura e della poesia d’autore.

Altre strade, il nuovo progetto musicale di Francesca De Mori, mantiene quel che promette nel nome: i percorsi per arrivare alla musica non solo sono altri, come testimoniano i differenti linguaggi dei i musicisti implicati, ma ci racconta anche che le strade della musica sono sempre Altre, nel senso che aprono, sorprendono e lasciano scorgere il nuovo, l’inedito.

Il suono di questo lavoro è così, imprevedibilmente fresco “come l’acqua” e ricco delle differenze artistiche coinvolte che si sono lasciate contaminare tra loro in maniera fertile e gioiosa.
Il titolo, Altre strade, svela anche un percorso individuale che i singoli artisti hanno dovuto cercare per arrivare a una sintesi formale che conservasse le singolarità di un lavoro collettivo ma originale.

La musica, composta da Daniele Petrosillo, offre una notevole godibilità nei ritmi e nelle melodie e la voce di Francesca De Mori – accompagnata da Salvatore Pezzotti al piano e da Rino Dipace alla batteria – rende cantabili intervalli sonori preziosi ma offerti con la limpidezza e la precisione che ogni “canzone”, anche la più sofisticata, dovrebbe avere. Così, dopo aver ascoltato Altre strade, si può produrre quel fenomeno psichico detto catacustico, che riguarda cioè una sorta di eco interiore del soggetto, responsabile del “ritornello che si fissa in mente”.