Mostra “Riflessi del passato” personale di Elisabetta Neri

2018_mese della cultura_mostra_neriHa riscosso grande partecipazione il primo weekend di apertura al Castello Visconteo di Fagnano Olona dell’esposizione personale dell’artista Elisabetta Neri “Riflessi del passato – Le figure femminili e l’architettura del Seprio”, che rientra nella rassegna “Il Mese della Cultura” organizzata dalla Pro Loco Fagnano Olona, con il patrocinio del Comune, e che prevedere eventi fino al 28 aprile prossimo.

Allestita nella splendida cornice della Sala Camino all’interno del Castello Visconteo di Fagnano Olona, gioiello architettonico di straordinario valore storico e artistico strettamente connesso alla storia del Seprio e della Valle Olona, mostra è stata inaugurata sabato alla presenza dell’artista Elisabetta Neri e dei familiari, del Vicepresidente della Pro Loco fagnanese Paolo Bossi, dell’Assessore alla Cultura Giuseppe Palomba, e di un nutrito gruppo di appassionati d’arte giunti da tutta la provincia.

2018_mostra_elisabetta_neri_12La mostra sarà ancora visitabile al Castello Visconteo, in piazza Cavour a Fagnano Olona, il prossimo sabato 14 Aprile dalle ore 15 alle ore 18.30 e domenica 15 Aprile dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 15 alle 18.30.

Abbiamo il piacere di ospitare Elisabetta – commenta Paolo Bossi, Vicepresidente della Pro Loco Fagnano Olona – che con le sue opere è riuscita a suscitare emozioni nei visitatori all’esposizione. La cornice del Castello Visconteo è parsa da subito la location perfetta per coniugare lo stile di pittura e la ricerca che l’artista da tempo svolge sulla storia e i costumi medioevali del nostro territorio.

La Pro Loco ha tra i suoi obiettivi – prosegue Bossi – la promozione e la conoscenza della cultura sotto tutti gli aspetti. I quadri di Elisabetta neri ci sono da subito sembrati ideali per fare scoprire ai visitatori alcuni particolari o edifici di rilievo del territorio della Valle Olona e dell’antico Contado del Seprio. La scelta si è rivelata azzeccata e condivisa dai tanti visitatori registrati nelle prima due giorni di apertura dell’esposizione.

Ringraziamo Elisabetta – conclude Paolo Bossi, Vicepresidente della Pro Loco Fagnano Olona – per aver voluto omaggiare Fagnano con la realizzazione di un quadro appositamente dipinto per l’esposizione, che raffigura il cortile conquecentesco del Castello Visconteo, il biscione del casato dei Visconti ed il motto beneaugurante “A bon fin”, unitamente ad una castellana dallo splendido viso che avrebbe potuto abitare nel maniero.

Esposte in Sala Camino vi sono quadri che riproducono particolari significativi di alcuni paesi del varesotto e dell’atomilanese, da Varese a Cairate, da Carnago a Parabiago, Castiglione Olona e il Monastero di Torba. Elisabetta Neri ama sperimentare l’uso di materiali diversi sui quali “dare vita” a personaggi storici come Manigunda (Regina Longobarda che la leggenda narra abbia fondato il Monastero di Santa Maria Assunta a Cairate, a seguito della guarigione da una grave malattia renale di cui era infetta dopo essersi abbeverata alla Fontana di Bergoro, frazione di Fagnano Olona) o di episodi della vita rinascimentale, tra festeggiamenti e danze medievali. Alle opere sull’arte e l’architettura del Seprio e della Valle Olona sono affiancate affascinanti figure femminili abbigliate secondo la moda dei secoli passati.

Ringrazio la Pro Loco – afferma l’artista Elisabetta Neri – per avermi dato la possibilità di esporre all’interno dello splendido Castello Visconteo fagnanese. Un ringraziamento particolare lo rivolgo a Fausto e Paolo Bossi per la cortesia dimostrata ed il prezioso aiuto fornitomi in fase di pubblicizzazione e di allestimento della mostra.

Colori vivi, superfici ruvide o brillanti, tinte delicatamente sfumate o tonalità seppia dal sapore retrò… invitando il fruitore ad una sorta di viaggio a ritroso nel tempo e seguendo un percorso alla ricerca di equilibri formali e coloristici, Elisabetta Neri, nella sua personale di pittura “Riflessi del passato”, propone immagini volte a valorizzare il prezioso patrimonio artistico della nostra zona e a suscitare interesse e curiosità nei confronti degli splendidi esempi di architettura storica di cui è ricco il nostro territorio.

mostra_Elisabetta_NeriAlle opere sull’arte e l’architettura del Seprio e della Valle Olona verranno affiancate affascinanti figure femminili abbigliate secondo la moda dei secoli passati: sguardi trasparenti, dalle luminose tonalità pastello, “osserveranno” infatti il visitatore, “affacciandosi” sul nostro tempo da epoche remote.

Impegnata in passato soprattutto nella realizzazione di decorazioni murali e trompe l’oeil, dal 2015 l’autrice, laureata in architettura, insegnante e pittrice, si dedica soprattutto alla produzione di quadri ispirati all’arte e all’architettura del nostro territorio, ma anche alla ritrattistica.

L’esperienza delle esposizioni a tema sull’arte e sull’architettura del Seprio, sviluppatasi sotto forma di mostra itinerante dal titolo “Armonie”, è nata ed è cresciuta nell’ambito del Festival Musica Sibrii, ideato ed organizzato da Tullia Pedersoli e Davide Belosio dei Solisti Ambrosiani.

“Armonie” si è svolta nel luglio 2015 a Rovello Porro (CO), nel settembre 2015 presso la BICA di Carnago (VA), nel settembre 2016 a Castelseprio (VA) e nel settembre 2017 a Cairate (VA), presso lo splendido Monastero di Santa Maria Assunta. Nel maggio 2016 le opere di Elisabetta Neri sono state invece esposte presso gli Istituti Vinci di Gallarate in una mostra dal titolo “Sguardi dal passato”, orientata soprattutto verso l’analisi degli abiti femminili caratteristici di alcune epoche storiche, nonché sullo studio dei costumi indossati dall’Ensemble Vocale Femminile ”Musica Picta”, formazione corale che interpreta brani di musica antica sotto la guida di Tullia Pedersoli e Davide Belosio. Dal 10 novembre al 10 dicembre 2017 alcuni quadri della serie “Armonie” sono stati invece esposti presso la vineria culturale “La Polvere di Bacco” di Legnano, insieme a ritratti più moderni, in un’esposizione dal titolo “Donne di ieri e di oggi”.

A proposito della creazione delle immagini sull’architettura del Seprio, Elisabetta Neri si esprime così: “preparare questi quadri ha costituito per me un’occasione per esplorare le meraviglie della nostra zona, fotografandole e riproducendole ed imparando molto da esse. Infatti una finalità dell’arte, secondo me un po’ dimenticata, è quella di permettere, a chi la pratica, di conoscere a fondo memorizzando, quasi metabolizzando, ciò che viene riprodotto o reinterpretato.”

L’autrice sperimenta svariate tecniche e usa diversi materiali nelle sue opere: alcuni pastelli sono realizzati su carta di quotidiani, su vecchi spartiti, o su carta da pacco, mentre in altri lavori utilizza cartoncino ondulato o tela di sacco; spiega infatti: “Amo la produzione artistica che nasce dall’utilizzo di materiali di modesto valore perché porta con sé alcuni messaggi importanti: si pone come alternativa ad una diffusa mentalità dell’”usa e getta” e fa sì che un materiale di scarto altrimenti non apprezzato possa vivere una seconda vita e nobilitarsi trasformandosi in qualcosa di prezioso; inoltre il valore dell’oggetto prodotto risulta dovuto interamente all’abilità e al gusto di chi lo ha ideato e realizzato.”


Giunta alla quarta edizione, la rassegna “Il Mese della Cultura” è organizzata dalla Pro Loco Fagnano Olona con l’obiettivo di promuovere una serie di manifestazioni in ambito artistico, culturale e letterario, per far conoscere autori e artisti locali ad una platea di amanti della Cultura. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, e la manifestazione vanta il patrocinio del Comune di Fagnano Olona.


Riscopri gli appuntamenti delle edizioni del 2018, 2017, del 2016 e del 2015 del Mese della Cultura.


Ecco in dettaglio l’intero calendario di eventi del “Mese della Cultura” edizione 2018:

2018_mese_della_cultura_Fagnano24 Marzo 2018 – Presentazione del romanzo giallo “Senza far rumore” di Riccardo Castiglioni. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. L’autore sarà intervistato dal giornalista Fausto Bossi.

24 e 25 Marzo 2018 – Mostra “Tra Sogno e Realtà” collettiva dei “Pittori Vedanesi”. Sala Camino al Castello Visconteo, Piazza Cavour. Orari di apertura il Sabato dalle ore 15 alle ore 18.30 e la Domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30.

6 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo fantasy “I Mondi Paralleli. Le 5 torri” di Letizia Paladino. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21.

7 e 8 e 14 e 15 Aprile 2018 – Mostra “Riflessi del passato” personale di Elisabetta neri. Sala Camino al Castello Visconteo, Piazza Cavour. Orari di apertura il Sabato dalle ore 15 alle ore 18.30 e la Domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30. Inaugurazione della mostra Sabato 7 Aprile alle ore 15.

13 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo “La squillo e il delitto di Lambrate” di Dario Crapanzano. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. In collaborazione con Bustolibri.com – Libreria Boragno di Busto Arsizio.

21 Aprile 2018 – Presentazione della silloge “Frammenti di ricordi” con le poesie di Antonio Vaccaro. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. Introduzione a cura di Sergio Belvisi, Vicepresidente del Circolo Culturale l’Alba; L’autore sarà intervistato dal giornalista Fausto Bossi.

28 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo “L’allegro Cancan della Banca di Olonia” di Mario Alzati. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21.