Presentazione del romanzo “R come infinito” il 13/4

2018_mese della cultura_Pellizzari Rabolini

Ben accolta dai presenti in biblioteca la simpatia e la spontaneità di Sarah Pellizzari Rabolini giunta a Fagnano Olona per la presentazione del romanzo “R come infinito”, organizzata nella rassegna “Il Mese della Cultura” a cura della Pro Loco Fagnano Olona con il patrocinio del Comune ed in collaborazione con Bustolibri.com – Libreria Boragno di Busto Arsizio.

Intervistata da Stefania Visentini, l’autrice Pellizzari Rabolini ha raccontato brevemente la trama del romanzo, con una storia ambientata per la maggiore a Busto Arsizio, e in parte alle Isole Canarie. Il libro racconta le vicissitudini di alcuni giovani, per lo più figure femminili, alle prese anche con i problemi dei coetanei negli anni Ottanta, quando lo spaccio era frequente tra i giovani della “Busto bene”, figli delle buone famiglie della cittadina industriale in provincia di Varese.

Più volte ci si è soffermati sul tema dell’apparire, che al giorno d’oggi sembra riuscire a condizionare molto una parte delle persone, e non solamente i giovani come si potrebbe pensare. Il libro parte proprio da questo tema per analizzare i comportamenti e la psicologia dei protagonisti, che da giovani diventano adulti e partendo dai tre diari personali tenuti dai protagonisti nel tempo l’autrice ha spiegato in dettaglio gli argomenti trattati, rispondendo alle domande degli intervenuti in sala.

Sarah Pellizzari Rabolini intervistata da Stefania Visentini

Sarah Pellizzari Rabolini intervistata da Stefania Visentini

La bellezza dello scrivere, come strumento di felicità e che riesce a non farci sentire soli. Risaltano la voglia di cultura e i racconti di alcuni tra i monumenti e spaccati particolari di Busto lasciano intendere quanto l’autrice sia affezionata alla città in cui vive e in cui lavora, in qualità di insegnante alla scuola primaria.

Fulcro del romanzo è Silvia, donna di ventotto anni non ancora sposata e senza un lavoro stabile, che deve affrontare l’eterno paragone con la sorella Costanza, e cercare di mettersi in buona luce con la madre, che è più attenta al giudizio altrui verso il comportamento di Silvia alla felicità della figlia.

Nel corso della serata si è evidenziato il carattere di mamma e insegnante dell’autrice, che nel testo ha inserito molti riferimenti della vita vissuta e delle storie ascoltate da amici, e poi amalgamate con la trama del racconto. Traspare un senso di positività dalle vicende descritte, sebbene con frangenti poco piacevoli e di confronto acceso. Sarah Pellizzari Rabolini ha voluto dare una impronta al romanzo, per fare riflettere il lettore ma lasciandogli anche immaginare, in parte, il finale che a detta dell’autrice è stato volutamente lasciato “aperto” alle interpretazioni personali.

Presenti in sala la Presidente della Pro Loco, Armida Macchi, il suo Vice Paolo Bossi con alcuni volontari dell’ente e l’Assessore alla Cultura, Giuseppe Palomba.

Siamo contenti del riscontro ottenuto in questa quarta edizione – commentano i volontari della Pro Loco – e piacevolmente abbiamo ricevuto da tante persone dei commenti positivi e di apprezzamento per l’intera rassegna, che ripagano il tempo e l’impegno necessario per la loro buona riuscita.

rcomeinfinitoLa trama: Silvia ha ventotto anni; non è sposata e non ha ancora un lavoro stabile. È una collezionista di frasi di film e riempie i diari da quando è ragazzina. Sua sorella Costanza l’ha soprannominata “Silviatralàlà” proprio per quel suo essere leggiadra e adolescente, nonostante sia a pieno titolo una donna adulta. Sebbene Silvia cerchi di assumere il ruolo della persona con la testa sulle spalle, il suo passato da adolescente è come un marchio indelebile. Ai tempi del liceo, infatti, la sua relazione con un ragazzo di nome Rocco ha determinato per sempre la sua vita. Lui l’ha soprannominata “Ginger” per quel frizzante che è sempre stato il carattere di Silvia. Tra loro non nasce soltanto un amore intenso, ma un legame capace di determinare il corso degli anni a venire: Rocco, infatti, si drogava, fumava l’eroina e sniffava cocaina, in una Busto Arsizio degli anni Ottanta, quando lo spaccio era frequente tra i giovani della “Busto bene”, figli delle buone famiglie della cittadina industriale in provincia di Varese. Rocco avrebbe tutto per essere felice, invece…


Giunta alla quarta edizione, la rassegna “Il Mese della Cultura” è organizzata dalla Pro Loco Fagnano Olona con l’obiettivo di promuovere una serie di manifestazioni in ambito artistico, culturale e letterario, per far conoscere autori e artisti locali ad una platea di amanti della Cultura. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, e la manifestazione vanta il patrocinio del Comune di Fagnano Olona.

Riscopri gli appuntamenti delle edizioni del 2018, 2017, del 2016 e del 2015 del Mese della Cultura.


Ecco in dettaglio l’intero calendario di eventi del “Mese della Cultura” edizione 2018:

2018_mese_della_cultura_Fagnano24 Marzo 2018 – Presentazione del romanzo giallo “Senza far rumore” di Riccardo Castiglioni. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. L’autore sarà intervistato dal giornalista Fausto Bossi.

24 e 25 Marzo 2018 – Mostra “Tra Sogno e Realtà” collettiva dei “Pittori Vedanesi”. Sala Camino al Castello Visconteo, Piazza Cavour. Orari di apertura il Sabato dalle ore 15 alle ore 18.30 e la Domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30.

6 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo fantasy “I Mondi Paralleli. Le 5 torri” di Letizia Paladino. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21.

7 e 8 e 14 e 15 Aprile 2018 – Mostra “Riflessi del passatoLe figure femminili e l’architettura del Seprio” personale di Elisabetta Neri. Sala Camino al Castello Visconteo, Piazza Cavour. Orari di apertura il Sabato (7 e 14 Aprile) dalle ore 15 alle ore 18.30 e la Domenica (8 e 15 Aprile) dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30. Inaugurazione della mostra Sabato 7 Aprile alle ore 15.

13 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo “La squillo e il delitto di Lambrate” di Dario Crapanzano. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. In collaborazione con Bustolibri.com – Libreria Boragno di Busto Arsizio.

21 Aprile 2018 – Presentazione della silloge “Frammenti di ricordi con le poesie di Antonio Vaccaro. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21. Introduzione a cura di Sergio Belvisi, Vicepresidente del Circolo Culturale l’Alba; L’autore sarà intervistato dal giornalista Fausto Bossi.

28 Aprile 2018 – Presentazione del romanzo “L’allegro Cancan della Banca di Olonia” di Mario Alzati. Biblioteca E.Biagi – P.zza Matteotti alle ore 21.