Architettonica visita guidata al Castello

Una visita guidata tra le mura del Castello Visconteo alla scoperta di particolari storici, molto precisa ed apprezzata nei particolari, quella svoltasi accogliendo il gruppo della Pro Loco di Cislago, che ha organizzato l’escursione a Fagnano e Cairate.

Oratore d’eccezione l’Architetto Franca Bassani – che ha curato tra la fine del 1900 e l’inizio degli anni 2000 gli ultimi lavori di restauro conservativo del Castello fagnanese – che è riuscita ad evidenziare molteplici notizie che riguardano l’antico edificio, sino a raccontare numerosi particolari, non solo storici, dell’affascinante maniero.

L’Architetto Bassani – accompagnato dalla presidente della Pro Loco fagnanese Armida Macchi Porta e da Fausto Bossi – ha girato a suo agio tra le sale del Castello raccontando, ad esempio, che Gaspare Visconti è stato un po’ il signore del Castello fagnanese perché essendo a stretto contatto con il Duca e avendo importanti legami con le autorità politiche dell’epoca, godeva di numerosi vantaggi e quindi – pur non essendo Duca – poteva comportarsi ugualmente da grande ufficiale.

Grazie a questi privilegi, oggi si può ammirare il Castello così decorato, abbellito e ampliato rispetto l’edificio originale, nonché ricoperto del motto tipico fagnanese “A bon fin”, simbolo comunale e logo registrato dalla Pro Loco stessa.

Avvincente, non solo storicamente, ma davvero calamitante e ancora più affascinante del solito questa visita guidate, che ha permesso di scoprire che Fagnano era un crocevia importante fin dai suoi primi insediamenti storici nella frazione San Martino e al Castello stesso.

Il viaggio del numeroso gruppo è continuato alla volta del Monastero di Santa Maria Assunta a Cairate, segno che – senza andar lontano – abbiamo a un passo da noi dei meravigliosi gioielli storico-artistici.

RASSEGNA STAMPA

2015_visita_guidata_Bassani_TVO_magazine  2015_visita_guidata_Bassani_settimana06-03-2015